posacenere

DI POSACENERI E BOTTE

 

Né Vittime nè Carnefici

contempla la mente

bambina

al rumore di nocche

contro

la carne viva

scandendo la fine

di idilliaci immaginamenti

 

Al richiamo dei singhiozzi

della Sposa quietati

per non slabbrare

il  familiare

equilibrio

di corda tesa

tra due mondi sfasati

rapida affannata, concitata si levò la corsa

per le scale

 

Poi le mani legnose del Padre

che si avventano sul novello

Sposo

La mira della Madre perfetta

potente

centra il posacenere

contro il petto

di galletto

E poi le donne

che si tirano dietro

i  “propri” uomini urlanti

a denti digrignanti

 

Ecco  l’immagine

che PUFF!

il Principe Azzurro disarcionò

e TRACCHETE

nel film per sempre

Orchi e Barbablù inchiodò

in agguato.

Pina Piccolo, 1 agosto 2013