CIMG7679

Lamento del prato all’inglese

Ricordando Prince, matto amante della musica, dalla perfida periferia dell’Impero, nella Giornata Mondiale della Terra

 

 

Lo stridio dei fili d’erba srotolati

là dove poche settimane prima

era groviglio di vita

Sotto zolle morbide e rialzate

le radici della viola

si congiungevano a quelle

del ranuncolo

ora invece la demi-vita

del prato all’inglese

rimpiazza l’intessersi

sotterraneo

rizomatico

del mughetto e della gramigna

 

E al bordo tondeggiante

anni fa calpestato

dalle mazurke dei matti

nelle sere d’estate

soverchiate dal ronzio

delle zanzare

ore scacciate dal lampione

comprato in serie

lotto 13,563

per la creazione

e valorizzazione

del “Prodotto Osservanza”

da srotolare alla cittadinanza

in concomitanza

a feste di Repubbliche

svuotate

e di musiche

addomesticate.

 

Pina Piccolo

22 aprile 2016, serie “Cantata della Villa dei Fiori”